Articolo completo

Serie B: Sono Pazzi Questi Pianoresi…

Ancora una giornata in cui la S.M. Officina Meccanica – Pianoro Baseball ottiene un doppio successo a dir poco rocambolesco contro un ottimo Rovigo, Gara 1 termina prima del limite al settimo con il punteggio di 12 a 2, mentre la seconda 4 a 3 con un finale thriller.

Il risultato di Gara1 non rispecchia però l’andamento della partita, i due partenti, Draghetti per Pianoro, imbrigliano le mazze avversarie, anche se gli ospiti riescono a portare a segno un punto (su errore) nel secondo e uno nel terzo, mentre i padroni di casa (anche se si giocava sul diamante del Pilastro), devono attendere il quarto attacco per accorciare le distanze con Clemente (base ball) spinto a casa dal singolo di Desideri, ma occorre arrivare al sesto per il pareggio di Desideri che tocca ancora valido, ruba la seconda e arriva a casa sul singolo di Draghetti. Nel settimo inning, mentre Draghetti e la difesa verde blu incamerano l’ennesimo 3 su – 3 giù, l’attacco pianorese esplode e a nulla servono 2 cambi sul monte, arrivano 10 punti frutto di 8 valide (tra cui i doppi di Mertens e Infante) e 2 basi gratuite, ma è la volata di Desideri che chiude l’incontro.

Qualche numero: in attacco poca roba fino al settimo poi i fuochi d’artificio, sugli scudi Draghetti con 3 su 4 e Desideri (2 su 3), 2 valide per Rizzi e Clemente. Sul monte una grande partita per Draghetti che in 7 riprese concede solo briciole (vincente, 7.0 ip, 4 h, 6 k, 0 bb, 1 er) e un punto guadagnato per lo scorer ufficiale (due per il sito fibs, nessuno sul mio personalissimo cartellino…).

Rovigo       0 1 1  0 0 0   0 X X     2
Pianoro     
0 0 0  1 0 1  10 X X    12

Gara 2, ha un andamento simile, ma un finale, se possibile, ancora più incredibile: come gara 1, anche in questa occasione sono le difese (Lussiana sul monte per Painoro) a dettare legge nei primi inning, nel quarto un calo del partente verde blu permette l’ingresso di 2 punti, poi torna in pieno controllo fino al settimo. Nel frattempo in attacco Pianoro accorcia le distanze al quinto con Desideri in base su errore della difesa, che viene spinto a casa dal singolo di Frascaroli. L’ottavo inning si apre con un solo homer di Rovigo, che allunga quindi sul 3 a 1, mentre i padroni di casa non riescono a rispondere. Nella nona ripresa avviene il cambio sul monte di casa e Cristian Avendano, che sostituisce un comunque ottimo Lussiana, concede solo un singolo agli ospiti, si arriva così all’ultimo attacco sotto di 2 punti e sul monte ancora il partente veneto (Rondina) che per 8 inninig ha dettato legge, ma il peso dei lanci si fa sentire e concede 2 basi ball (Mertens e Desideri), a questo punto il manager decide di sostituirlo, ma il cambio non porta i risultati sperati: Draghetti mette a segno un bunt sul quale arriva salvo riempiendo così le basi senza eliminazioni, sulla battuta di Chieregatti in scelta difesa arriva l’out a casa, viene poi chiamato uno strike out che urla vendetta a Facchini e così gli out sono 2, al box si presenta Elton Avendano che dopo il primo strike tocca una profonda battuta a sinistra per un walk-off duble che svuota le basi per il sorpasso e il quindi definitivo 4 a 3 per Pianoro e fa esplodere il dug-out verdeblu.

In breve, un attacco non molto ispirato mette a segno solo 3 singoli nelle prime 8 riprese, importante quello con rbi di Frascaroli, ma fondamentali nel nono inning il bunt di Draghetti e il doppio di Avendano (foto) che consegna così la vittoria al fratello sul monte. A proposito di lanciatori, ancora un’ottima prova del Capitano Lussiana che tiene molto bene il monte per 8 riprese (8.0 ip, 9 h, 8 k, 1 bb, 3 er), chiusura senza patemi per Avendano che, come detto, risulta vincente (8.0 ip, 1 h, 0 k, 0 bb, 0 er)

Rovigo       0 0 0  2 0 0  0 1 0     3
Pianoro     
0 0 0  0 1 0  0 0 3     4

Ancora una doppietta, ancora vittorie maturate negli ultimi inning, va ricordato che già all’andata Rovigo fece due ottime partite e anche in quell’occasione le vittorie furono strettissime e al termine di 2 partite estremamente combattute.
Va così in archivio anche questa giornata con una classifica che vede sempre Pianoro guardare tutti dall’alto, fatto il solito invito a mantenere i piedi per terra e a continuare a lavorare, non resta che pensare al prossimo avversario che arriverà domenica prossima 8 luglio a Pianoro e si tratta dell’Europa Sager di Castion delle Mura (UD), appuntamento quindi alle ore 11:00 per Gara 1 e al pomeriggio alle 15:30 per Gara 2.

#letsgopianoro