Articolo completo

Serie B: Ritorno sulla terra

Alla sesta giornata del girone di ritorno arriva la prima doppia sconfitta per Pianoro, infatti sul campo di Castelfranco Veneto i padroni di casa si impongono in entrami i match di misura, 5 a 4 in gara 1 e 6 a 5 in gara 2.

La gara del mattino vede Pianoro portarsi subito avanti, ma sprecare molto in attacco lasciando molti uomini in base, mentre in difesa il partente di Pianoro, Boschetti, porta avanti una partita di grande spessore arrivando fino a chiudere il 6° inning restando nei 90 lanci, limite per gli Under 18, concedendo pochissimo al line up avversario. A fine sesto il punteggio è di  4 a 1 per Pianoro, che conduce in pieno controllo il match. Nel successivo avviene il rilievo, sul monte sale Lussiana e nel settimo e nell’ottavo nessuno arriva in prima, poi nel nono quello che non ti aspetti: dopo un singolo arrivano 2 eliminazioni, ma anche 3 errori e un lancio pazzo che valgono il pareggio per i padroni di casa, si va così al tie break nel quale Pianoro pasticcia in attacco, mentre i veneti dopo aver subito uno strike out, mettono a segno una valida, con l’ex Guevara in grande spolvero, che porta a casa il punto della vittoria.

In breve, in attacco Pianoro è più produttivo con 10 valide contro 6, bene Mertens con 3 su 5 e Cappiello con 2 su 4, importante Desideri con una valida e 2 rbi. Una difesa praticamente impeccabile fino all’ottavo, da ricordare una presa da applausi all’esterno destro del giovane Toninello. Sul monte un ottimo Boschetti (foto, 6.0 ip, 3 h, 3 k, 3 bb, 1 er) rilevato da Lussiana (3.1 ip, 3 h, 2k, 1 bb, 1 er) che subisce la rimonta dei veneti, anche se solo un punto è imputabile al lanciatore.

Pianoro    1 0 1  1 0 1  0 0 0  0   4

Dragons    0 0 1  0 0 0  0 0 3  1   5

L’inizio di Gara 2 è la perfetta fotocopia di Gara 1, Pianoro si porta avanti toccando ben 7 valide tra primo e terzo inning concretizzando però rispettivamente solo uno e due punti, lasciando entrambe le volte le basi piene, poi ancora piccoli passi e a metà del sesto Pianoro è avanti 5 a 0 grazie anche ad un ottimo Draghetti sul monte che nelle prime 5 riprese concede solo 2 valide, ma nel sesto non riesce ad ottenere eliminazioni e in situazione di un punto entrato e basi piene avviene il rilievo e sul monte viene chiamato Cristian Avendano, ma anche lui non riesce ad arginare i veneti e i punti a fine inning saranno 4, ma Pianoro è ancora sopra di uno. Dopo un settimo inning senza arrivi in base, nell’ottavo Pianoro non punge, mentre Castelfranco tocca subito un singolo e a seguire un homerun che porta al sorpasso, termina quindi la prova di Avendano e sul monte a chiudere viene chiamato ancora Lussiana che porta a termine la ripresa senza ulteriori danni. Nell’ultimo attacco Pianoro riempie le basi senza out, ghiotta occasione, ma il lanciatore di casa ottiene uno strike out, poi fa battere un innocuo pop in diamante e chiude con una rimbalzante sulla terza base per i meritati festeggiamenti del pubblico locale.

Qualche nota: in attacco nuovamente più produttivi con 12 valide contro 9 (ma meno pesanti), ottima prova per Rizzi (3 su 4) e buoni risultati anche per Desideri (2 su 4), Cappiello (2 su 5 con un doppio), Draghetti (2 su 5) e un doppio per Elton Avendano. Sul monte Draghetti (5.0 ip, 4 h, 4 k, 2 bb, 4 er) dominante per 5 riprese, accusa il colpo nel sesto, va ricordato che si giocava sotto un sole torrido e Pianoro non ha utilizzato il battitore designato, rilievo non facile per Avendano (2.0 ip, 4 h, 2 k, 0 bb, 2 er) e chiusura di Lussiana (1.0 ip, 1 h, 1 k, 0 bb, 0 er).

Pianoro    1 0 2  1 0 1  0 0 0    5

Dragons    0 0 0  0 0 4  0 2 X    6

In pratica i Dragons hanno fatto la parte che quest’anno è stata spesso di Pianoro: 2 vittorie ottenute in rimonta con tanta voglia di vincere senza mollare mai, quindi solo applausi per gli avversari e un paio di considerazioni sulla formazione verde blu: sicuramente le assenze, aggiunte al roster corto, hanno portato ad avere una squadra stremata in queste ultime giornate, e se a Verona c’era la motivazione a vincere per assicurarsi la Serie A2, a Castelfranco questa motivazione è venuta meno e il risultato ne ha risentito, per fortuna ora arriva la pausa di Agosto da utilizzare per ricaricare le batterie e tornare a settembre per le ultime 3 giornate a ranghi completi e in forma. L’appuntamento alla Bombonera di Via dello Sport è per il 2 Settembre dove Pianoro ospiterà il Palladio Vicenza, per il momento non resta che augurare Buone Vacanze (meritate) a tutti.

#letsgopianoro