Articolo completo

Serie B: Mai cosi’ vicini al Sogno

Weekend da ricordare per Pianoro, le prime due gare di finale per la promozione in Serie A vedono la squadra di casa affrontare i Blu Fioi di Ponzano Veneto e vincere la prima partita con il largo punteggio di 12 a 3 e soffrire fino alla fine per vincere gara 2 con un “drammatico” 7 a 6 maturato solo quando ormai tutto sembrava perduto.

La partita di sabato si chiude con un punteggio largo, ma questo non rende giustizia ai veneti che fino a metà gara sono stati più che in partita tanto da essere in vantaggio a metà del quinto inning, ma andiamo per ordine. Si parte con Vendittelli sul monte che nei primi 3 inning non concede punti, mentre Pianoro va subito sul tabellone con Rizzi che tocca un doppio, poi arriva in terza su palla mancata e segna sulla volata di sacrificio di Scagnolari. Nulla da segnalare nel secondo, mentre nel terzo è ancora Rizzi a battere valido, rubare la seconda e arrivare a casa sul doppio di Paganucci. Nel quarto gli ospiti mettono a frutto 2 singoli che valgono un punto, poi nel quinto passano in vantaggio approfittando di un errore della difesa seguito da 2 doppi che valgono il 3 a 2 provvisorio. Nella parte bassa dell’inning il lineup di Pianoro scava il solco con 5 valide, a dare il via è ancora Rizzi, seguito da ScagnolariPaganucciBalbuena Maiese per un totale di 4 punti. Da qui in avanti la difesa di casa chiude la porta, Vendittelli e poi il rilievo di Federico Bardasi fanno segnare soltanto 0 sul tabellone per i veneti, mentre in attacco i punti saranno 2 in ognuna delle 3 riprese giocate.
Ricapitolando, sul monte ottima prova sia per Vendittelli (vincente), con un solo punto attribuibile al lanciatore, che per Bardasi che non concede punti, in difesa prestazione convincente di tutta la squadra, in attacco sugli scudi il capitano Rizzi con un strepitoso 4 su 4 con un doppio, ma non è possibile non citare Maiese (4 su 5 con 2 doppi) e Paganucci (3 su 4 con 2 doppi), comunque notevole la prestazione di tutto il line up che mette nel carniere 18 valide di cui ben la metà sono doppi.

Il mio personalissimo cartellino

Blu Fioi P.V.  0 0 0  1 2 0  0 0 0     3
Pianoro       
 1 0 1  0 4 2  2 2 x    12

Sul Monte:
i.p. PA  AB  P PGL  H  BB  HP   K
Vendittelli (v) 6.1  30  28  3   1  9   1   0   5
Bardasi Fe.     2.2   9   9  0   0  1   0   0   3

Nel Box:
                ab  h  r rbi bb/hp
Rizzi,ss         4  4  4   1  1 (un doppio)
Scagnolari,cf    4  2  2   3  0 (un doppio)
Guevara,rf       5  1  1   0  0
Paganucci,c      4  3  1   2  1 (due doppi)
Balbuena,3b      5  2  1   0  0 (un doppio)
Facchini,dh      5  1  1   1  0 (doppio)
Maieise,1b       5  4  1   2  0 (due doppi)
Chieregatti,2b   5  1  1   1  0 (doppio)
Zucchelli,lf     4  0  0   0  0

L’incontro domenicale parte come era partita Gara 1, con i lanciatori (per Pianoro Garagnani) a controllare i lineup avversari, occorre arrivare al terzo inning per segnare i primi punti e sono 2 per Pianoro, ma nessuno è imputabile al lanciatore avversario. Seguono altre 2 riprese sterili per entrambe le formazioni, poi nel sesto gli ospiti cominciano a vedere i lanci del partente emiliano e costruiscono gioco utilizzando al meglio anche 2 smorzate di sacrificio, e con 2 singoli, una base ball, un errore della difesa e un doppio portano in cassa 3 punti, qui, con uomini in seconda e terza, avviene il primo rilievo sul monte dove sale Alberto Lussiana che chiude l’inning senza danni ulteriori, ma i veneti sono sopra 3 a 2, Pianoro però pareggia immediatamente grazie al colpito su Balbuena che dopo aver rubato la seconda, avanza sulla battuta in diamante di Maiese e arriva a casa sulla valida di Facchini. Settimo inning senza punti per entrambe, poi nell’ottavo il Ponzano allunga: il primo battitore ottiene la base e questo fa decidere al manager Viesti di optare per un secondo cambio sul monte dove sale Federico Bardasi, ma questa volta il cambio non porta i frutti attesi e i Blu Fioi, a fronte di un out, colpiscono 2 singoli e 2 doppi che valgono 3 punti, qui termina la prova sul monte di Federico Bardasi che lascia il monte al fratello Francesco che ottiene i 2 out senza subire nulla. Nulla di fatto nell’ottavo attacco nonostante le valide di Paganucci Facchini, si arriva così all’ultimo atto, l’attacco dei veneti si chiude con 3 su e 3 giù, è il momento della verità, sotto di 3 per l’ultimo assalto al lanciatore ospite che ha nel braccio più di 120 lanci, ma nonostante ciò continua a lavorare più che egregiamente, infatti arriva il primo out, ma è il Capitano a suonare la carica toccando valido, segue Scagnolari che in quanto a grinta non è secondo a nessuno e bissa l’azione precedente, è la volta di Guevara che non vuole essere da meno e picchia un doppio al centro che vale 2 punti a casa, Paganucci non delude e il suo singolo porta i corridori agli angoli, il doppio di Balbuena porta Guevara a pestare il piatto di casa per il pareggio, il dugout di Pianoro e le tribune sono in visibilio, a questo punto il manager degli ospiti sostituisce il suo pitcher partente Girotto, al quale il pubblico (insieme a tutti gli atleti in campo) tributa un lungo e meritato applauso, ad affrontare il nuovo lanciatore vi è Clemente che aveva sostituito Maiese nel corso della nona difesa, sul conto di 2 ball e 1 strike il giovane pianorese colpisce un signolo al centro che permette a Paganucci di arrivare a casa scatenando l’entusiasmo in campo e sugli spalti.
Un finale vietato ai deboli di cuore che ha dimostrato come il baseball possa diventare entusiamante o “drammatico” nel giro di pochi minuti…
Qualche nota, sul monte un buon Garagnani che subisce solo il calo al sesto inning, buono il rilievo di Lussiana, difficile quello di Federico Bardasi, mentre perfetto quello di Francesco Bardasi che si aggiudica la vittoria di questa gara 2, in difesa ottime prestazioni per Chieregatti in seconda base e per Balbuena in terza, in attacco due valide a testa per ScagnolariGuevaraPaganucci Facchini, ma ancora da incorniciare la prova di Matteo Rizzi, vero incubo per i lanciatori veneti con 4 su 5, per lui un weekend con numeri da ricordare: 8 su 9 nel box con 2 doppi, 6 punti segnati e 4 basi rubate, chapeau!

Il mio personalissimo cartellino

Blu Fioi P.V.  0 0 0  0 0 3  0 3 0     6
Pianoro       
 0 0 2  0 0 1  0 0 4     7

Sul Monte:
i.p. PA  AB  P PGL  H  BB  HP   K
Garagnani       5.2  26  21  3   1  5   3   0   5
Lussiana A.     1.1   8   4  1   1  1   2   1   0
Bardasi Fe.     0.1   5   5  2   2  4   0   0   0
Bardasi Fr. (v) 1.2   6   5  0   0  0   1   0   1

Nel Box:
                ab  h  r rbi bb/hp
Rizzi,ss         5  4  2   0  1
Scagnolari,cf    5  2  1   0  1
Guevara,rf/1b    4  2  1   2  2 (due doppi)
Paganucci,dh     4  2  1   1  0
Balbuena,3b      4  1  1   1  2 (doppio)
Maiese,1b        4  0  0   0  0
Clemente,rf    1  1  0   1  0
Facchini,c       4  2  0   1  1
Chieregatti,2b   4  0  0   0  1
Zucchelli,lf     4  1  1   0  0

Prima di chiudere occorre ricordare come le 2 partite siano state giocate con una cornice di pubblico eccezionale, gli spalti completamente gremiti e tifosi lungo le recinzioni sulle linee di faul, anche domenica nonostante si giocasse praticamente all’ora di pranzo, una immagine bellissima per la quale non si può che ringraziare tutti, con la ragionevole certezza di avere regalato spettacolo ed emozioni.
Adesso, i meno informati potrebbero pensare che il traguardo sia semplice da raggiungere, ma chi scrive è convinto che per il momento sia meglio non acquistare bottiglie costose poichè i Blu Fioi hanno dimostrato di avere qualità e carattere e, pur partendo con due sconfitte, davanti al pubblico amico vorranno confermare quanto di buono hanno fatto durante l’anno, quindi appuntamento per Gara 3 a Ponzano Veneto sabato 12 settembre alle ore 15:30, in caso di vittoria di Pianoro la serie è chiusa, in caso contrario si proseguirà domenica 13 alle 11:00 perGara 4 ed eventualmente alle 15:30 per Gara 5, la speranza è di tornare a casa il prima possibile, in ogni caso: FORZA RAGAZZI!!!