Articolo completo

Serie B: Anche il Derby finisce pari

Un Derby è sempre un Derby… non ci si può aspettare sempre un bel gioco, ma questa domenica abbiamo visto forse la prestazione più sottotono da tempi remoti per la Pianorese, nonostante questo è arrivato un pareggio con Gara 1 vinta dai Lupi per 5 a 1 e la seconda portata a casa da Pianoro per 20 a 9 al settimo.

La partita del mattino cominicia nel segno dell’equilibrio con le difese a farla da padrone e nei primi tre inning nessun punto va sul tabellone, anche se nel secondo Pianoro avrebbe l’occasione con Zucchelli Balbuena che toccano valido senzo eliminati, ma la squadra non riesce a farli avanzare ulteriormente. Nel quarto arriva il primo errore della difesa di casa e si arriva con basi piene e un solo out, Minerbio gioca lo squeeze play che va in porto, ma sulla stessa giocata i corridori osano un po’ troppo e ottengono una eliminazione in seconda e una a casa base (foto), inning chiuso, ma il punteggio è 1 a 0. Nella parte bassa del quinto arriva il pareggio grazie ad un calo del partente che concede 4 passaggi gratuiti, ma in realtà il punto entra con Rizzi che corre a casa su una palla mancata del ricevitore. Neanche il tempo di gioire che i Lupi incassano il loro regalo quando il clean up ottiene la base, poi tenta di rubare la seconda e sulla corsa, con l’auito di 2 errori della difesa, arriva fino a casa. La partita si innervosisce un po’, anche perchè gli arbitri non vogliono essere da meno e si rendono protagonisti di alcune chiamate al limite del grottesco (per entrambe le formazioni) contribuendo così alla riuscita del match. Nel settimo inning sul monte verde blu avviene la sostituzione e Vendittelli lascia la scena a Federico Bardasi, che però non è fortunato, il singolo in apertura di ripresa sarebbe innocuo se, dopo 2 out, non arrivasse ancora un errore che permette al corridore di arrivare a casa. La formazione verde blu non ha la forza di reagire e subisce ancora 2 punti nell’ottavo (ancora non imputabili al lanciatore) prima di chiudere con il risultato finale di 1 a 5.
Prova opaca per Pianoro, soprattutto in difesa dove non ha supportato a dovere i lanciatori, un “8” nella casellina degli errori era da tempo che non si vedeva…. in attacco, poca convinzione ottenendo solo 6 valide, unica nota positiva la prova del capitano Rizzi con 2 su 2 e 3 basi ball. Il monte, come già detto è stato penalizzato: il partente Vendittelli in 6 riprese ha solo 2 valide e un punto guadaganto, mentre nessun punto è imputabile a Bardasi negli ultimi 3 inning.

Il mio personalissimo cartellino

Minerbio       0 0 0  1 0 1  1 2 0     5
Pianoro 
       0 0 0  0 1 0  0 0 0     1

Sul Monte:
i.p. PA  AB  P PGL  H  BB  HP   K
Vendittelli     6.0  26  19  2   1  2   4   2   7
Bardasi Fe.     3.0  16  15  3   0  5   1   0   3

Nel Box:
               ab  h  r rbi bb/hp
Rizzi,ss        2  2  1   0  3
Scagnolari,cf   3  1  0   0  1
Facchini,dh     2  0  0   0  1
Guevara,ph    0  0  0   0  1
Ruzzu,pr      0  0  0   0  0
Paganucci,c     3  1  0   0  1
Zucchelli,lf    4  1  0   0  0
Balbuena,3b     4  1  0   0  0
Maiese,1b       3  0  0   0  0
Chieregatti,2b  3  0  0   0  0
Tambone,ph    1  0  0   0  0
Clemente,rf     3  0  0   0  1

Se Gara 1 non è stata memorabile, Gara 2 forse lo sarà anche meno…. la partenza è di quelle che a leggere il punteggio potrebbe sembrare dirompente: dopo 2 inning Pianoro è sopra 10 a 0 con 5 punti in entrambi gli attacchi, in realtà Pianoro ha colpito 4 singoli, il resto lo ha fatto la difesa ospite tra basi concesse ed errori. Sembrerebbe tutto deciso, ma i Lupi non ci stanno e accorciano con 3 punti nel terzo, grazie ad un profondo fuori campo del clean up Herrera, anche se avvenuto quando l’inning avrebbe già dovuto essere chiuso se non fosse stato per un errore, e ben 4 punti nel quarto, inning nel quale avviene il rilievo e Garagnani lascia il posto a Francesco Bardasi che effettua il terzo out senza danni ulteriori. Nella parte bassa dello stesso arriva l’undicesimo punto per la formazione di casa grazie ai doppi di Clemente Rizzi, ma Minerbio torna pericoloso e con 3 valide in sequenza, una “neutralizzata” dall’out sul tentativo di rubata seguente, che portano un punto e uomo in terza, il manager Viesti decide che sul monte è la volta di Alberto Lussiana, quest’ultimo non puo evitare l’ingresso del punto numero 9 su volata di sacrificio nonostante l’ottima assistenza di Giusti che arriva nel guanto di Facchini che per questione di centimetri non concretizza l’out a casa, ma chiude la ripresa senza ulteriori danni nonostante altri 2 errori. A merà del quinto si è quindi sul 11 a 9: incontro sulla carta apertissimo. Nella parte bassa dell’inning Pianoro allunga ancora di uno sfruttando un altro errore e a seguire cambia marcia: la difesa si ricorda quello che deve fare e non concede nulla nel sesto, inning che si apre con la giocata da circoletto rosso di Rizzi che raccoglie in tuffo una violenta rimbalzante oltre la seconda base e da in ginocchio assiste in prima Paganucci per un out che illumina la giornata. Il sesto attacco di Pianoro è da ricordare solo per gli 8 punti entrati, ma certo non per lo spettacolo: 8 basi gratuite e 2 singoli. Il vantaggio è di 11 punti ed inizia il settimo inning, quindi, nonostante la valida dopo i primi 2 out, arriva lo strike out che fa terminare l’incontro anzitempo per manifesta superiorità.
Vittoria netta, ma non certo una prova di forza come si potrebbe supporre, la difesa si è macchiata di altri 6 errori (a score), una domenica oggettivamente nera, nonostante alcune ottime giocate, oltre quella già citata del Capitano, anche un doppio gioco a basi piene che ha chiuso il secondo inning con Clemente che raccoglie, tocca il cuscino di seconda e assiste Paganucci, in attacco 9 valide ed è ancora Rizzi a spiccare con 2 su 4 con un doppio, sul monte Garagnani parte bene, poi, penalizzato anche dalla difesa, fatica a contenere l’attacco ospite, il rilievo di Francesco Bardasi non è semplice, convincente invece la chiusura di Alberto Lussiana con 0 punti subiti e l’assegnazione della “vittoria“.

Il mio personalissimo cartellino

Minerbio       0 0 3  4 2 0  0 x x     9
Pianoro 
       5 5 0  1 1 8  x x x    20

Sul Monte:
i.p. PA  AB  P PGL  H  BB  HP   K
Garagnani       3.2  21  20  7   4  8   1   0   3
Bardasi Fr.     0.2   6   4  2   2  3   1   1   1
Lussiana A. (v) 2.2  12  10  0   0  2   1   0   1

Nel Box:
                ab  h  r rbi bb/hp
Rizzi,ss         4  2  2   2  2 (un doppio)
Scagnolari,cf    4  0  2   0  2
Facchini,c       4  0  2   0  2
Tambone,c      0  0  0   0  0
Paganucci,1b     4  1  4   0  1
Zucchelli,lf     2  1  1   1  0
Chieregatti,2b 3  1  1   0  0
Balbuena,dh      3  1  3   3  2
Clemente,2b/rf   2  1  3   2  2 (doppio)
Giusti,rf/lf     2  1  1   2  3
Ariatti,3b       3  1  1   3  1

Mandato in archivio questo “dimenticabile” derby, termina così il girone di andata che vede una classifica strettissima con in vetta la Fiorentina con una partita di vantaggio su Pianoro Minerbio, e con Rimini che con 2 partite da recuperare ha la possibilità di raggiungere la formazione toscana.
L’attenzione si sposta adesso verso una nuova avventura: l’intergirone, questo vuol dire che le sei formazioni del Girone E affronteranno le sei del Girone F (3 in casa e 3 in trasferta) e i risultati faranno media per ognuna nel proprio, sarà l’occasione di incontrare squadre mai affrontate prima, tutte nell’orbita dell’Italia centrale tra Marche e Abruzzo. Si comincia domenica prossima 17 maggio in casa affrontando gli Hotsand Macerata Angels, si invitano tutti a presenziare alla Bombonera per Gara 1 alle 11:00, a seguire Gara 2 alle 15:30 e come sempre: FORZA RAGAZZI!!!