Articolo completo

Serie A2: Pareggio dolceamaro a Firenze

E’ un buon pareggio quello messo a segno dal Pianoro Baseball in casa della Fiorentina, che permette di mantenere le distanze dalla zona rossa della classifica nella parte finale del campionato.

Sul diamante del Cerreti sono andate in scena due gare entusiasmanti, che hanno diviso la posta delle due compagini: gara-1 terminata 6-5 al tie break e gara-2 conclusa 1-7 per gli ospiti.

Nell’incontro pomeridiano la batteria toscana Martinez – Krasniqi si scontra con quella consueta verdeblu Dall’Olio – Hatma. Bisogna attendere il terzo inning perché l’inerzia del match si sbilanci: sono i bolognesi, infatti, a segnare due punti sfruttando la valida di Ricciarelli e le disattenzioni avversarie. A parte questo exploit degli ospiti la partita viene dominata quasi interamente dai lanciatori di entrambe le squadre: Dall’Olio, difatti è abile nell’imbrigliare le mazze avversarie per addirittura sei riprese.
Al settimo inning i toscani accorciano le distanze con una segnatura, per poi raggiungere la parità nella parte bassa dell’ottavo, anche a causa degli errori della difesa verdeblu. Nel frattempo, sul monte del Pianoro vi è l’avvicendamento Dall’Olio – Draghetti.
Concluso anche l’ultimo inning regolamentare in perfetta parità si parte con il tie break: Pianoro che sfrutta benissimo la fallosità avversaria e, con la valida di Mertens sigilla 3 punti totali, portandosi sul 2-5. Ma la reazione dei padroni di casa è veemente e, nella parte bassa della ripresa che vede Lussiana sostituire Draghetti nel momento più concitato, mettono a segno ben quattro punti, ponendo fine all’incontro per 6-5.

L’appuntamento serale vede i ragazzi di Ramos conquistare una buona vittoria, maturata nella parte centrale della partita. Canache contro Sosa è il duello tra pitcher stranieri.
La fiorentina parte subito forte e segna un punto alla seconda ripresa, mentre i bolognesi faticano a trovare la via della valida. Tempo qualche ripresa però che arriva la risposta ospite, con quattro punti messi a referto grazie alle battute di Hatma, Mertens, Ricciarelli, Dall’Olio, Napoli e Facchini. Nei due inning successivi vengono segnati altri tre punti, che portano il Pianoro al largo sull’1-7: merito dei contatti di Cappiello, Clemente e ancora Dall’Olio e Facchini. Intanto, sul fronte difensivo, Sosa amministra benissimo il vantaggio e riesce a portare a conclusione la partita, realizzando un’altra completa da applausi (9 ip, 1 er, 7 k).

Quello di Firenze è un pareggio che fa ben sperare gli uomini di Ramos per la lotta salvezza, ma che allo stesso tempo ha il sapore di occasione persa. Se con il risultato di sabato il distacco dalle inseguitrici è rimasto invariato, è anche vero che con una doppietta sarebbe stato più agevole gestire il complicato finale di campionato. Ora per il Pianoro è l’ora della verità: domenica, sul diamante casalingo di Imola, arriva infatti il Grosseto, che occupa il quinto posto in graduatoria a mezza partita di distanza. Sarà importante per i verdeblu non perdere la concentrazione che gli ha permesso di arrivare fino a questo punto, per collezionare un buon risultato contro i diretti concorrenti per la retrocessione.