Articolo completo

Serie A: Una sera al Falchi

Continuano le occasioni per rispolverare l’hashtag #InC2AvevoUnSogno tanto caro al Presidente Tagliati e al Responsabile delle Giovanili Mastrorilli, tra i rifondatori della squadra, che forse non si sarebbero mai aspettati di essere invitati a giocare una amichevole contro i più forti d’Italia. Il risultato ovviamente non era né importante, né in discussione, ma il 9 a 0 non rende giustizia a quanto espresso sul campo.

Prima di qualsiasi commento sulla partita va sottolineato che si è svolta con una cornice di pubblico incredibile, con una folta rappresentativa di Pianoro e molti ragazzi delle squadre giovanili, quindi un grazie va prima di tutto a loro che hanno affrontato il freddo pungente pur di sostenere gli atleti verde-blu.
Per quanto riguarda l’incontro, Pianoro lo ha affrontato senza timore reverenziale e riuscendo a giocare alla pari per la maggior parte dei 7 inning previsti, va infatti detto che 8 dei 9 punti subiti sono concentrati in soli 2 inning (4 sia nel quarto che nel sesto) quando i nostri lanciatori hanno perso il controllo dei lanci e la difesa si è macchiata di un paio di errori, alla fine infatti le battute valide per la Fortitudo UnipolSai sono state soltanto 7 nonostante il line up che Bologna è in grado di fornire, che per l’occasione era composto da Infante (3b), Fuzzi (ss), Vaglio (2b), Marval (1b), Ambrosino (cf), Russo (rf), Grimaudo (lf), Sabbatani (c) e Tassoni (dh),  ma la difficoltà più grande era affrontare il monte felsineo sul quale si sono susseguiti Panerati, De Santis, Crepaldi, l’americano Buffa, e i giovani Nanetti (Longbridge) e Luca Lussiana (Longbridge, ma fino allo scorso anno a Pianoro).
Dal lato di Pianoro sono scesi in campo Rizzi (ss), Scagnolari (cf), Guevara (1b, Maiese), Paganucci (dh, Ariatti), Rofrano (2b, Chieregatti), Francesco Salviato (lf), Balbuena (3b, foto), Facchini (c, De Boni), e Clemente (rf, Giusti), mentre la rotazione sul monte ha visto protagonisti Federico BardasiVendittelliAlberto LussianaGaragnani Filippo Salviato.
E’ stata quindi anche l’occasione per il pubblico per conoscere i nuovi arrivi in casa Pianoro, ai quali chi scrive a nome di tutta la società coglie l’occasione per dare un caloroso benventuo: Filippo De Boni da Verona, i fratelli Filippo Francesco Salviato da Castelfranco Veneto (ma a Redipuglia lo scorso anno) e Yefri Rofrano da Castenaso, nell’attesa che sbarchi al Marconi di Bologna il lanciatore italo venezuelano Renè Mazzocchi, già protagonista in serie A lo scorso anno con Grosseto e prima ancora in IBL nella rotazione della Fortitudo.
Passata l’emozione di questa serata, va ricordato che nella domenica appena trascorsa la nostra formazione era stata protagonista a San Giovanni in Persiceto in un triangolare con Teramo e con gli Yankees padroni di casa vincendo entrambi gli incontri senza subire segnature, e il prossimo sabato sarà di scena a Godo per l’ultimo incontro amichevole prima del debutto nel Campionato di Serie A Federale che vedrà Pianoro in trasferta sul difficile campo di Verona sabato 2 Aprile per Gara 1 alle 15:30 e Gara 2 sotto i riflettori alle ore 20:00.
Non resta che chiudere con un in bocca al lupo a tutte le nostre formazioni per un anno di sport, divertimento e soddisfazioni e fare a tutti gli auguri di BUONA PASQUA.