Articolo completo

Serie A: Pareggio nel derby a Castenaso

Sabato, sul diamante di Castenaso, nel primo derby stagionale per Pianoro, il risultato finale è un pareggio, con Castenaso che ottiene la vittoria su una Pianorese sprecona in gara 1 con il risultato di 6 a 3, mentre Gara 2 è a senso unico con Pianoro che ottiene la vittoria con il punteggio di 20 a 7.

La gara del pomeriggio è un incontro aperto e combattuto fino all’ultimo out, Pianoro parte subito con il doppio di Rizzi che, dopo aver rubato la terza, arriva a casa sulla battuta in diamante di Paganucci, ma il Castenaso risponde subito mettendo a segno 2 punti. I due inning seguenti sono controllati dalle difese anche se va ricordato nel terzo il profondo triplo di Clemente come lead off della ripresa che però i tre battitori seguenti non riescono a portare a casa. Nel quarto la formazione di casa allunga, dopo tre valide, con un out, un punto entrato e 2 uomini in base termina la prova di Vendittelli sul monte, il rilievo è affidato a Garagnani che chiude l’inning ma non può impedire l’ingresso del secondo punto per il provvisorio 4 a 0. Il quinto attacco verde blù porta i primi frutti: Clemente viene colpito e avanza sulla battuta non controllata di Rizzi, arriva in terza sulla scelta difesa su Scagnolari e segna punto sul singolo di Guevara, il singolo di Paganucci porta a casa anche Scagnolari e il passivo si riduce a 4 a 2. Nel sesto arrivano il doppio di De Boni e la base a Zucchelli, sul seguente singolo di ClementeDe Boni viene fatto correre a casa, ma viene eliminato con largo anticipo e la successiva volata non porta quindi risultati, al contrario Castenaso allunga ancora, prima con il solo homer di Pandolfi, poi grazie a un base e due singoli arriva il sesto punto, Nella settima ripresa, l’attacco di Pianoro non ottiene nulla e nella difesa, dopo un singolo arriva il secondo rilievo sul monte ed è la volta di Lussiana che deve subito affrontare il potente clean up cubano dei padroni di casa, che però tocca una facile volata verso sinistra e la ripresa si chiude poi senza problemi. Nell’ottavo attacco Pianoro arriva con 2 out e basi piene grazie al secondo doppio di giornata di De Boni e alle basi ottenute da Francesco Salviato Rizzi, ma la volata successiva è facile preda dell’esterno sinistro. La parte bassa dell’inning è controllata senza problemi dalla difesa verde blù e si arriva quindi all’ultimo assalto, che parte con il colpito su Guevara (sostituito a correre da Ariatti) e la base a Paganucci, la battuta in doppio gioco di Rofrano permette ad Ariatti di arrivare a casa (anche per una chiamata non chiara degli arbitri che Castenaso interpreta come richiesta di tempo), segue il doppio di Balbuena al quale subentra Chieregatti come pinch runner, ma sullo strike out seguente perso dal ricevitore, lo stesso Chieregatti viene mandato a casa, ma arriva l’eliminazione per toccata che mette la parola fine all’incontro sul 6 a 4.
Vittoria per Castenaso che ha sprecato di meno, mentre rammarico per Pianoro per non avere concretizzato occasioni non sfruttando i momenti di difficoltà del rilievo di casa e lasciando più volte l’uomo in terza oltre ad avere subito due eliminazioni per corse a casa. In attacco 10 valide (così come i padroni di casa) con 5 extrabase, triplo per Clemente, 2 doppi per De Boni e doppio per Rizzi Balbuena, in difesa tre errori (contro i 2 del Castenaso), sul monte Vendittelli Garagnani finiscono la benzina un po’ presto, convincente la chiusura di Lussiana che non concede nè hit, nè basi gratuite.

Il tabellino di Gara 1 dal sito FIBS

La partita serale, come capita molte volte, è tutta un’altra storia, la partenza è equilibrata con i lanciatori partenti (per Pianoro è Mazzocchi) che annullano gli attacchi nei primi 2 inning, ma nel terzo il partente dei padroni di casa difetta in controllo e concede 5 basi gratuite a fronte di due out e termina la sua partita, con 2 punti entrati, 2 out e basi piene il rilievo riesce a chiudere senza ulteriori danni. Fino al quinto nulla da segnalare, ma nel sesto arriva la svolta: dopo due out, Pianoro riempie le basi (singolo di Chieregatti e basi a Zucchelli Rizzi) e le svuota con il triplo da 3 punti di Scagnolari, questo pone fine alla partita del primo rilievo, ma al secondo non va meglio, base a Guevara (sostituito a correre da Maiese), singolo di Paganucci (rbi) e base a Balbuena per riempire ancora i cuscini, questa volta è Facchini a svuotarli con un fuoricampo a sinistra, GRANDE SLAM quindi per lui, 8 punti nell’inning e 10 a 0. Partita virtualmente chiusa, ma Castenaso prova a replicare e ottiene 3 punti approfittando del primo calo di Mazzocchi, che chiude l’inning e la sua prestazione. Da qui la partita diventa surreale, le basi ball fioccano e il punteggio lievita per entrambe le formazioni, sul monte per Pianoro nel settimo inning tocca a Filippo Salviato che inizia una personale battaglia con l’arbitro diventato, a giudizio di chi scrive, molto selettivo sui lanci, e concede 3 punti a fronte di una sola valida, dall’ottavo sale Francesco Bardasi che chiude a 0 l’ottavo, nel nono entrano gli ultimi 5 punti per Pianoro (con una sola valida) che porta così il proprio bottino a 20, mentre Castenaso segna ancora un punto prima di arrendersi.
Va detto che gli ultimi 3 (interminabili) inning non resteranno negli annali del baseball, il pubblico di casa ha infatti piano piano lasciato le tribune, mentre solo i legami affettivi hanno fatto restare la parte pianorese fino a mezzanotte e mezza quando è avvenuto il 27° out.
Qualche nota sull’incontro, la difesa verde blù lavora molto bene, nel box le valide collezionate sono 9, da ricordare ovviamente l’home run di Facchini (foto) e il triplo di Scagnolari (7 punti in 2 giri di mazza), ma anche i doppi di GuevaraMaiese Balbuena, sul monte ancora una ottima prova di Mazzocchi che si aggiudica la terza vittoria, da rivedere Filippo Salviato in condizioni più normali, bene la chiusura di Francesco Bardasi che ottiene 5 delle 6 eliminazioni direttamente al piatto.

Il tabellino di Gara 2 dal sito FIBS

Archiviato il primo derby è già il momento di pensare al secondo, domenica prossima Pianoro “ospiterà” gli Athletics, il virgolettato è d’obbligo essendo il campo di Ozzano di proprietà del gruppo Athletics – Virtus, i bolognesi sono reduci da un pareggio con Imola (che in questo modo resta appaiata a Pianoro in testa al girone B) e sono una delle formazioni che puntano con decisione ai Playoff, sarà quindi un banco di prova molto interessante, appuntamento quindi, confidando nel meteo, per domenica 24 aprile alle ore 10:30 per Gara 1 e alle ore 15:30 per Gara 2, quindi non ci resta che ricordare: #LetsGoPianoro !