Articolo completo

B to A: The Dream Comes True

Sabato 12 settembre sul diamante di Ponzano Veneto è andata in scena Gara 3 dei PlayOff per la Promozione in Serie A, Pianoro aveva vinto le prime due partite in casa e vincendo questa gara con il punteggio di 9 a 4 si assicura la Promozione in Serie A.

L’incontro parte subito in salita, il lanciatore partente avversario nei primi tre inning passa 9 uomini al box, la sola valida ottenuta viene neutralizzata da un colto rubando, dall’altra parte, la partenza di Vendittelli sul monte è un po’ contratta e i Veneti bravi a concretizzare tutte le occasioni vanno sul tabellone con un punto sia nel secondo che nel terzo inning. Nel quarto viene fuori  la Pianorese: le valide di RizziScagnolari e Guevara e la volata di Paganucci valgono i 2 punti del pareggio, mentre la parte bassa dell’inning non porta punti per i locali che lasciano un uomo sulla terza. La quinta ripresa è quella che scava il solco che si rivelerà definitivo: dopo il colpito su Zucchelli arrivano 2 out, ma gli otto battitori seguenti arriveranno tutti salvi con 5 valide, una base ball, un errore e un colpito (ancora Zucchelli… due volte nello stesso inning è un episodio quantomento raro) che portano 6 punti nel carniere di Pianoro. Rinfrancato da questo, Vendittelli sale in cattedra e chiude ogni spiraglio agli avversari, tanto che nei quattro inning seguenti soltanto un battitore arriverà in prima base. Anche l’attacco pianorese, forse appagato, forse un po’ deconcentrato, deve aspettare l’ottavo inning per segnare ancora grazie a un triplo di Guevara che porta a casa Rizzi. L’ultimo inning non vede punti a referto per Pianoro, mentre i Blu Fioi sfruttano un attimo di rilassamento del partente pianorese per mettere a segno due singoli, a questo punto il manager, per l’occasione Avallone, decide per il cambio permettendo al pubblico di tributare un lungo applauso a Vendittelli che lascia il compito di chiudere la partita a Federico Bardasi, dopo due semplici pop sulla prima base, arriva un doppio che permette l’ingresso dei due punti, ma subito dopo arriva lo strike out che fa esplodere il dugout e fa partire i festeggiamenti in campo (di cui parleremo dopo).
In breve, sul monte Vendittelli parte un po’ titubante, forse l’emozione, ma poi sfodera una prestazione da incorniciare, per Bardasi una ripresa e la soddisfazione di ottenere l’out decisivo della finale. In difesa una prestazione praticamente perfetta, un solo errore che è costato un punto, ma giocate sicure che danno tranquillità al pitcher. Nel box 13 valide, la parte del leone questa volta la recita Guevara con un monumentale 4 su 5 con 3 doppi e un triplo (va ricordato che uno dei doppi solo per questione di centimetri non è diventato un fuori campo avendo colpito il nastro giallo che delimita la recinzione) e 4 rbi, bene anche Scagnolari con 3 singoli.

Il mio personalissimo cartellino

Pianoro        0 0 0  2 6 0  0 1 0     9
Blu Fioi P.V.  
0 1 1  0 0 0  0 0 2     4

Sul Monte:
i.p. PA  AB  P PGL  H  BB  HP   K
Vendittelli (v) 8.0  34  32  4   3  8   0   1   8
Bardasi Fe.     1.0   4   4  0   0  1   0   0   1

Nel Box:
                ab  h  r rbi bb/hp
Rizzi,ss         4  1  3   0  1 (doppio)
Scagnolari,cf    5  3  2   1  0
Guevara,1b       5  4  1   4  0 (3 doppi e 1 triplo)
Paganucci,c      4  0  1   2  0
Facchini,c     0  0  0   0  0
Balbuena,3b      4  1  1   0  1
Maiese,dh        4  1  0   2  0
Ajuti,dh       1  0  0   0  0
Zucchelli,lf     3  1  1   0  2
Chieregatti,2b   5  2  0   0  0
Clemente,rf      3  0  0   0  0

Giusti,rf      2  0  0   0  0

Quello che resta da descrivere sono i festeggiamenti post partita, ma il modo migliore per riviverli è guardare il video pubblicato sulla pagina Facebook di Pianororo Baseball perchè chi scrive non è in grado con le parole di rendere giustizia alle emozioni che si sono vissute, dalle lacrime del Presidente Tagliati agli abbracci collettivi, dalle bottiglie stappate alle docce di birra, senza dimenticare il coinvolgimento del pubblico al seguito, mai così numeroso e caloroso. Acclamato l’ingresso in campo di Federico Conti con lo scatolone contente le magliette celebrative, realizzate “di nascosto”, distribuite a tutti e immediatamente indossate, e poco importa se la stamperia ci ha messo un errore ortografico e alla frase amata dal Presidente “I believe in my team” è mancata una “e“, nessuno protesterà e nessuno la vorrà sicuramente cambiare perchè quella è la maglietta del 12 settembre 2015, quella sporcata di sudore, spumante e birra, quella del sogno realizzato.
La festa è poi proseguita fino a notte fonda alla Bombonera, dove gli atleti sono stati accolti da amici e tifosi con una grande festa con striscioni e grigliata, un ringraziamento speciale alle cugine Blue Girls Pianoro Softball che hanno preparato le sorprese e le birre “personalizzate”.
Prima di chiudere, una nota sugli avversari, i Blu Fioi di Ponzano Veneto, che hanno dato vita a 3 partite molto belle ed equilibrate, combattute nel rispetto reciproco, del resto per una grande finale si devono incontrare grandi avversari, un grazie anche a loro per averci ospitato a pranzo nella loro bellissima Club House e per aver permesso alla Squadra di restare in campo a lungo al temine dell’incontro: in bocca al lupo per il 2016!
La stagione per la Squadra Seniores è così arrivata alla conclusione più dolce, ma continua per le categorie giovanili che disputano la Coppa Regione, anche a loro va l’augurio di coronare i sogni, con la certezza che con loro c’è un Presidente che dirà sempre “I believe in my Team”… anzi no: “I belive in my Team!
Da parte di chi scrive non resta che ringraziare tutto lo staff della Nuova Pianorese, tutti gli atleti, lo staff tecnico capitanato dal Manager Giuseppe Viesti con i coach Vincenzo Avallone e Pietro Folesani, i dirigenti Federico Mastrorilli segretario e coordinatore del settore giovanile, Federico Conti, dirigente e addetto alle relazioni con la Federazione e Domenico Lobina, dirigente e fotografo.
A nome di tutti, chi scrive vuole non dimenticare le persone che non appaiono ma fanno un lavoro enorme dietro le quinte: la manutenzione del campo gestita dagli amici Franco Alessandro, poi non ci sarebbe un bar senza la signora Manuela Chiara, non avremmo mangiato così se non ci fossero state le signore Annalisa e Maria, ad aiutarle ricordiamo MartinaPatriziaElisaRossellaRita e Consuelo, i grigliatori di fiducia RomanoAngelo Domenico, e se le locandine e i loghi sono stati così belli, un grazie di cuore alla grafica Martina, una Squadra è formata da tutti, la promozione è anche Vostra!  GRAZIE A TUTTI!!!